SALVATORE DI CACCAMO TURI

Continua attenzione all’estetica creativa…
Una perenne ossessione!

Turi diminutivo di “turiddu” in siciliano è l’appellativo di Salvatore.

Salvatore Di Caccamo nasce a Sassoferrato, paesino in provincia di Ancona, il 21 gennaio del 1971. Qui cresce e passa parte della sua giovinezza, manifestando spiccato senso artistico ed istintiva creatività.
Il suo “ossessivo” bisogno di sperimentare si scontra ripetutamente con la necessità di mantenersi, per questo è spesso occupato in lavori saltuari e per lui privi di interesse, che lo porteranno in giro per lo stivale. Ma in questi viaggi non mancheranno le occasioni di apprendimento e la necessità di sperimentare tornerà imponente e più forte di prima. All’età di 25 anni inizia a dipingere e disegnare come autodidatta e poco dopo frequenterà per due anni l’Accademia delle Belle Arti di Macerata.
La pittura e l’illustrazione non saranno, però, le uniche arti ad attrarre l’artista. Il suo continuo bisogno di esplorare lo portano ad immergersi nella progettazione e realizzazione di manufatti di artigianato artistico e oggetti di design unici.
Le numerose esperienze lavorative hanno fatto si che l’artista abbia acquisito nel tempo una profonda conoscenza dei materiali; è per questo motivo che nelle sue creazioni sono presenti il ferro, come la resina, la ceramica, come il legno.
Oggi vive ad Aquino, un paesino in provincia di Frosinone, dove lavora e dedica la maggior parte del suo tempo alle sue creazioni, con continua attenzione all’estetica creativa…sua perenne
ossessione!

Salvatore Di Caccamo was born in Sassoferrato, a small town in the province of Ancona, on January 21st 1971. Here he grew up and spent part of his youth, showing a strong artistic sense and instinctive creativity.

His “obsessive” need to experiment and clash repeatedly with the need to maintain, so it is interest in occasional business and for him devoid of interest, that will carry him around the boot. But on these journeys there will be no lack of learning opportunities and the need to experiment will come back suddenly and stronger than before.